lunedì 12 dicembre 2016

ROOM

RECENSIONE 10#









Titolo : ROOM 
Autore : Emma Donoghue 
Data di Stampa: Milano Ottobre 2010 
Editore : Oscar Mondadori 
Genere : Drammatico 
Prezzo : € 14,00
Pagine : 339 pp.




Trama :
Jack ha cinque anni e la Stanza è l’unico mondo che conosce. È in quel luogo chiuso all’esterno che è nato e cresciuto, è li che vive con Ma, senza esserne mai uscito. I suoi compagni sono oggetti contenuti nella Stanza, sii chiamano Letto, Specchio, Piumone. Di notte a volte Ma lo chiude dentro Armadio e spera che lui dorma quando Old Nick viene a farle visita. La Stanza è la casa di Jack, per Ma è la prigione dove Old Nick la tiene rinchiusa da sette anni. Grazie al suo amore e alla sua determinazione, Ma ha creato per Jack una straordinaria possibilità di vita, gli ha costruito intorno un mondo forse migliore del nostro. Però Ma sa che non potrà mai essere abbastanza, nè per lei nè per Jack. E cosi escogita un piano per fuggire. Non sa quanto sarà difficile il passaggio da quell’universo chiuso al modo là fuori … 





La mia recensione : 
Room è bomba di emozioni!  
Commovente e innocente come il nostro protagonista Jack, che tramite i suoi occhi bambineschi riusciamo a venire a conoscenza della sua storia. 
La sua è una realtà speciale, lui adora i suoi “amici”( Armadio, Letto, Tappeto ) ama tanto la sua Ma, ma ancora oscura è per lui la figura di Old Nick (il rapitore e aguzzino che per sette anni ha tenuto rinchiusa Joye - “Ma” all'interno di una casetta appositamente costruita) .
La delicatezza delle parole di Emma Donooghue rendono questo romanzo una vera e propria dimostrazione di quanto sia potente l’amore , mostrando come dalle tenebre più oscure possa esserci luce. 
Sarà proprio grazie all’ingenuità di Jack che Ma riuscirà a ricominciare a vivere, uscendo con la fantasia da quella prigione e costruendo un mondo che permetterà ad entrambi di sopravvivere.
Tramite la voce narrante di Jack, il lettore riesce comunque a capire quelle che sono le anomalie che caratterizzano la sua situazione, nonostante per lui siano la normalità … normalità che verrà del tutto sconvolta una volta che Ma, dopo lunghi e disperati tentativi, riuscirà a trovare un modo per poter uscire e scappare una volta per tutte:  sarà in questo momento che Jack scoprirà di non essere l’unico bambino della Terra, di non essere l’unico ad avere una mamma, di non essere l’unico a chiamarsi Jack.
Benché la Donoghue si sia ispirata ad eventi simili di cronaca nera realmente accaduti, penso che sia riuscita a parlarne all’interno di un romanzo nel miglior modo possibile, rendendo una storia così angosciante e terribile in una “avventura” sia per Jack che per noi lettori. 
Per certi tratti la forza di volontà di Ma di voler rendere tutto un gioco per suo figlio, mi ricorda molto la trama del film “La vita è bella”, dove Guido (Roberto Benigni) pur di salvare l’innocenza del figlio Giosuè dai campi di concentramento, riesce a rendere tutto questo terrore un gioco che ha come premio un carro armato. 
Cosa è in grado di fare un genitore pur di preservare e proteggere i propri figli? 
Cosa si è disposti a fare per le persone che più amiamo? 
Room è un romanzo che parla di coraggio, un vero e proprio “ inno alla vita”.





Buona lettura 


Marti 



7 commenti:

  1. Nonostante sia una storia veramente angosciante mi è piaciuto molto questo romanzo, mi sono anche commossa :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io mi sono commossa ! Pensavo fosse una lettura molto tosta invece si è rivelata bella e dolce ;)

      Elimina
  2. Davvero bello questo libro. E' tra i migliori letti in questo 2016.
    A proposito. Piacere di conoscerti. Mi sono iscritta al tuo blog. Ciao:)

    RispondiElimina
  3. Molto piacere anche a te ;) ho visto anche la tua recensione di questo libro , molto molto bella ! A a risentirci presto ;)

    RispondiElimina
  4. Ciao! Pensare che questo libro si ispira a una storia vera mi mette i brividi! Però ho curiosità di leggerlo perché hai scritto che si è rivelata una lettura bella, dolce e commovente. Mi ispira parecchio :)

    RispondiElimina
  5. Prende spunto da un evento terribile successo in America mi sembra!
    Ti consiglio assolutamente di aggiungerlo alla tua wishlist perché merita tanto:)

    RispondiElimina
  6. Eccellente! Una recensione coi fiocchi che mia ha fatto venire una voglia matta di leggerlo!
    Ho visto il film insieme alla mia ragazza che me lo ha fatto scoprire ed immediatamente me ne sono innamorato!
    Non la ringrazierò mai abbastanza per avermi fatto scoprire questa fantastica storia.
    Il riferimento finale a "La vita è bella" è azzeccatissimo e stai diventando ad ogni recensione una "piccola super blogger" ;) GG

    RispondiElimina