sabato 3 dicembre 2016

Julie e Julia

RECENSIONE 11#




Titolo: Julie e Julia

Autore: Julie Powell

Data di stampa: 2009 Milano

Editore: Rizzoli

Genere: Romanzo

Prezzo: € 9,90

Pagine: 335 pp.

Trama:


Julia Child è la donna che ha insegnato a cucinare alle americane, con un libro intitolato "L'arte della cucina francese". Quando Julie Powell ne trova una copia consunta a casa di sua madre, ha una specie di folgorazione. Alle soglie dei trent'anni, sposata felicemente con Eric ma frustrata sul lavoro (avrebbe voluto diventare attrice ma fa la segretaria in un'agenzia governativa), decide di cucinare in un anno tutte le 524 ricette del libro, dal potage Parmentier (una delicata zuppa di patate) alle più virtuosistiche preparazioni a base di interiora e salse elaborate. "Automa governativo di giorno, gastronoma fanatica di sera", Julie comincia a sfornare manicaretti per il marito e per gli amici squinternati che frequentano il suo piccolo appartamento nel Queens. Nel frattempo, il blog in cui racconta la sua impresa diventa uno dei più popolari della rete, e perfino l'ormai novantenne Julia Child parlerà (non bene) di lei. Ma sarà Julie ad avere l'ultima parola.

La mia recensione:

Questo libro è stata una vera delusione!
Premesso che non sono riuscita a finirlo e forse già questo è un grosso errore, ma vi assicuro al 100% che non ne potevo proprio più.
Penso che questa sia  l'unica volta in cui posso dire di aver preferito il film al libro.
Non so se qualcuno di voi ha mai visto " Julie e Julia"( nel caso ve lo propongo come film perfetto per il sabato sera quando non avete impegni e vi dedicate alla attività di "Divaning" come dicono mia mamma e le sue amiche) ma posso dirvi che è completamente diverso da questo libro: se da un lato nel film vengono parallelamente mostrare le vite di Julie Powell e la stramba vita di una delle rivoluzionarie della cucina Julia Child, nel libro il tutto è unicamente incentrato sulla vita della protagonista ( Julie Powell) che passa tutto il tempo ad lamentarsi della sua vita fiacca, di marito pigro e svogliato ( cosa che nel film appare in modo completamente diverso), del suo gatto e ogni tanto in qualche capitolo del suo Blog di cucina ispirato totalmente al libro " L'arte della Cucina Francese " di Julia Child, la donna che grazie alla sua innovazione porto l'America ad avere un approccio completamente diverso con il cibo, abbandonando BigMac e cibo spazzatura.
Riconosco che Julie Powell sia stata molto coraggiosa a saper riprodurre tutte le 524 ricette in un anno, seguendo per filo e per segno tutte le spiegazioni della signora Child, tanto da permetterle di raggiungere un successo incredibile che le cambierà la vita! però..  Credetemi, ho passato ben tre settimane a sforzarmi a leggere questo testo, ma quando per l'ennesima volta ci si soffermava su come il nuovo fidanzato della sua amica fosse meno intrigante di quello prima, invece di dare più importanza a questa donna, che dopo tanti combattimenti e lotte è riuscita a pubblicare un libro di cucina rivoluzionario, mi sono del tutto rifiutata di continuare a leggerlo. Julia viene citata dalla autrice pochissime volte e spesso non  per mano sua, ma grazie a delle pagine di diario brevissime  "di non so chi" che a grandi linee racconta l'incontro tra la cuoca e il marito Paul.
Io credo che se fosse capitato a me di ottenere un successo del genere, come minimo scriverei un libro di celebrazione per questa donna straordinaria .. ma purtroppo non siamo tutti uguali. 
Non conoscevo la storia di Julia, di suo marito Paul, della sua spensieratezza e del suo amore incondizionato per il cibo; Pensate che fu una delle primissime donne a creare un programma televisivo interamente dedicato a come cucinare  dei piatti innovativi, diventando così una vera e proprio icona, amata soprattutto per il suo carattere frizzantino e solare ( completamente diverso da Julie) che attraeva tutti.

 "Ricorda sempre: se sei sola in cucina e ti cade l’agnello per terra, raccoglilo. Chi mai lo verrà a sapere?"

Mastering the Art of French Cooking contiene ben 524 ricette ( altro che Benedetta Parodi o Antonella Clerici ) e ancora oggi rappresenta uno dei pilastri della buona cucina.
Se anche voi vi siete incuriositi alla  storia di questa magnifica donna vi consiglio assolutamente il FILM, dove grazie all'interpretazione impeccabile di Meryl Streep riuscirete a percepire e capire chi era veramente Julia Child.  

Buona visione ..

Marti



4 commenti:

  1. Ma pensa... non l'avrei mai detto.
    Il film mi è piaciuto anche parecchio, considerando che è il classico filmettino stacca-cervello (ma forse il segreto è proprio tutto lì, nell'aspettarsi il minimo sindacale) e giusto la scorsa settimana da Libraccio ho valutato di comprarlo. Ma ora che ho letto la tua recensione (bel post, tra l'altro :) ) mi sa che non farò corse matte e disperatissime :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che poi, tra l'altro, a me Julie Powell stava un po' sul culo pure nel film. Era solare, allegra, piena di energia... però scaricava le sue insoddisfazioni sul marito in maniera troppo isterica e snervante. Credo che nel libro, a questo punto, la detesterei fortemente :/

      Elimina
    2. Guarda l'ho odiata un sacco sia nel film che nel libro ahahah ! Sono contenta che la pensiamo allo stesso modo !!
      Comunque guarda ti consiglio di non spendere soldi per questo libro !! Se vuoi te ne consiglio di moooolto più belli ahah
      Comunque bENVENUTA NEL MIO BLOG CARA ;)

      Elimina
  2. Molto bene!! Una recensione cazzuta! Brava, se non ti è piaciuto è giusto dirlo! Così fa un bravo recensore, continua così!

    RispondiElimina